1. Home
  2. Sensori Kplus

Sensori induttivi Kplus con fattore di correzione 1

I sensori induttivi Kplus di ifm si contraddistinguono per una portata standardizzata per tutte le tipologie di metallo. Mentre i sensori tradizionali riducono sensibilmente la portata in presenza di metalli diversi, i sensori Kplus hanno una portata costante persino nel rilevamento di alluminio. Le loro dimensioni compatte consentono un utilizzo dei dispositivi anche in spazi molto ristretti. La nuova tecnologia dei sensori resistenti a campi magnetici esclude commutazioni errate.

Tutti i vantaggi a portata di mano

  • Costanti Portata standardizzata dall’acciaio all’alluminio
  • Immuni alle interferenze La nuova tecnologia dei sensori, resistenti a campi magnetici, previene commutazioni errate
  • Compatti Dimensioni compatte, utilizzabili in spazi limitati
  • Universali Ampio campo di temperatura da -40° a 85° C
  • Antiaderenti Rivestimento antiaderente adatto per applicazioni di saldatura
  • Rapidi Elevate frequenze di commutazione per stati di commutazione variabili
  • Protetti Alto grado di protezione fino a IP 68 / IP 69K

Utilizzo universale nelle più diverse applicazioni

Grazie alla loro nuova tecnologia, i sensori Kplus potenti e resistenti sono oltretutto insensibili a campi magnetici. Perfino nelle immediate vicinanze di freni elettrici funzionano in modo del tutto affidabile. L'ampio campo di temperatura da -40…85 °C permette un utilizzo universale mentre l'alto grado di protezione fino a IP 68 / IP 69K garantisce una duratura affidabilità. Il corpo resistente della variante in acciaio inox permette un utilizzo affidabile in applicazioni con oli e lubrorefrigeranti. L'automazione industriale attendeva da tempo una soluzione come questa fornita dai nuovi sensori induttivi.

Fattori di correzione
Materiale Sensore standard Sensore Kplus
Acciaio 1 1
Acciaio inox 0,7 1
Ottone 0,5 1
Alluminio 0,4 1
Rame 0,3 1

Calcolo portata = fattore di correzione * portata nominale

Tutti i sensori Kplus in sintesi

I sensori induttivi sono oggigiorno indispensabili nelle applicazioni industriali. Rispetto agli interruttori meccanici, offrono condizioni quasi ideali: funzionamento senza contatto e non soggetto ad usura nonché elevate frequenze e commutazioni precise. Inoltre sono resistenti contro vibrazioni, polvere e umidità. I sensori induttivi rilevano tutti i metalli, senza contatto.