You probably do not come from: Italy.  If necessary, change to: United States
  1. Home
  2. Vantaggi IO-Link
  3. FAQ / Glossario

FAQ e glossario per IO-Link

FAQ

Tecnologia

Che cos'è IO-Link?

IO-Link è una tecnologia aperta e standardizzata che consente all'utente di impostare una connessione punto a punto senza un complesso indirizzamento. I componenti IO-Link delle varie aziende che hanno aderito al Consorzio IO-Link sono compatibili tra loro.

IO-Link è un bus di campo?

IO-Link non è un bus di campo. Nella struttura di automazione, IO-Link dovrebbe essere disposto sotto la topologia del bus di campo. I master IO-Link vengono utilizzati per collegare i sensori al bus di campo e al sistema di controllo ad esso collegato. (Vedi diagramma)

Come posso integrare i sensori IO-Link nel mio sistema di controllo?

I dati di processo trasmessi dal sensore IO-Link possono essere letti dal PLC senza ulteriori conversioni. Scopri di più nell'ambito dell'integrazione di sistema.

Cosa significa l'abbreviazione IODD?

IODD è l’abbreviazione di IO-LinkDeviceDescription. Per ogni dispositivo IO-Link esiste un file IODD individuale. In questo file sono memorizzate le proprietà del dispositivo e le singole informazioni del sensore come l'identificazione, i dati di processo e i dati diagnostici. Questi sono necessari per integrare il sensore nell'infrastruttura IO-Link.

ifm mette a disposizione il file IODD per ogni prodotto IO-Link sul proprio sito web alla voce "Documenti & Download". Inoltre, i corrispondenti IODD dei dispositivi IO-Link distribuiti da ifm sono memorizzati nel software di parametrizzazione e in altre soluzioni software di ifm per dispositivi IO-Link e strumenti di configurazione delle porte.

La comunità IO-Link offre anche una libreria IODD non proprietaria: Vai a IODDfinder

Trasmissione del valore di misura

Come fanno i sensori IO-Link a trasmettere i loro valori di misura?

Tramite IO-Link, i valori di misura e i valori di processo vengono trasmessi dal sensore al sistema di controllo in forma puramente digitale, senza conversioni.

Qual è la differenza tra i valori misurati di IO-Link e i segnali analogici (4…20 mA)?

Con IO-Link, la trasmissione del valore di misura è puramente digitale. Non vengono effettuate conversioni del valore di misura. Se trasmesso come segnale analogico, il valore di misura rilevato digitalmente viene convertito in un segnale analogico nel sensore, trasmesso al PLC e lì nuovamente convertito in un segnale digitale. Questo principio di trasmissione è suscettibile di interferenze e l'esatto valore di misura può anche essere perso a causa della conversione. Scopri ulteriori vantaggi!

Diagnostica

IO-Link è in grado di rilevare la rottura dei fili?

Si. Il master IO-Link interroga tutti i dispositivi IO-Link entro un ciclo di comunicazione. Se un dispositivo non risponde, viene subito rilevata e segnalata la rottura del cavo indipendentemente dal valore letto.

I sensori IO-Link sono in grado di segnalare autonomamente i malfunzionamenti?

Sì, questo avviene tramite il cosiddetto evento. Se un sensore (device) rileva uno stato di funzionamento errato, può segnalarlo al master. Ciò avviene impostando un bit nell'interfaccia. Il master legge questo evento e lo trasmette al sistema di controllo come un classico codice di errore.

Master IO-Link

Cos'è un master IO-Link?

Il master IO-Link stabilisce la connessione tra uno o più dispositivi IO-Link e il sistema di bus di campo. Egli agisce così nel ruolo del gateway. Panoramica prodotti: master IO-Link

Messa in servizio del master IO-Link

Ogni porta del master deve essere configurata dall'operatore conformemente ai requisiti dell'applicazione: modo operativo della porta del porta del master (DI, DO, IO-Link), larghezza dei dati di processo e lunghezza dati. Si consiglia di attivare DeviceIdentification per i futuri dispositivi di ricambio compatibili. Il software LR DEVICE semplifica questa funzione scannerizzando la rete per la presenza di master IO-Link e dispositivi collegati.

Upload e download dei parametri del dispositivo IO-Link

Se una porta carica o scarica automaticamente i dati, dipende da un lato dalla parametrizzazione predefinita del dispositivo IO-Link e, dall'altro lato, dalla configurazione della porta del master. La parametrizzazione del dispositivo IO-Link e la configurazione del master vengono eseguite attraverso uno strumento di progettazione come LR DEVICE.
LR Device per chiavetta USB: QA0011
LR Device per download: QA0012

Vantaggi senza la struttura IO-Link esistente

Posso utilizzare i sensori IO-Link a mio vantaggio anche senza la tecnologia?

In linea di principio, un sensore IO-Link funziona anche senza infrastruttura IO-Link. Funziona come un normale sensore, le informazioni aggiuntive non vengono fornite. Tuttavia, i sensori IO-Link in combinazione con il Memory Plug possono semplificare notevolmente la parametrizzazione dei sensori. Se il sistema viene convertito in IO-Link in un secondo momento, tutti i vantaggi di IO-Link sono immediatamente disponibili.

Quali vantaggi ha il Memory Plug?

Il Memory Plug consente di trasmettere i parametri ai dispositivi di ricambio negli impianti in cui non è ancora installato IO-Link. In più, legge e salva i dati di un sensore IO-Link collegato. I parametri memorizzati, con impostazione di fabbrica, possono essere copiati in sensori dello stesso tipo.
Memory Plug di ifm: E30398

Glossario

Attuatore

Dispositivo per la conversione di segnali elettrici in energia cinetica.

Porta A / Porta B

Una porta A è per dispositivi con una tensione di alimentazione, una porta B per dispositivi con una seconda tensione di alimentazione elettricamente disaccoppiata, come ad es. nel caso degli attuatori.

Dati aciclici

Dati che vengono trasmessi dal sistema di controllo solo in base all'ordine (p.es. dati dei parametri, dati diagnostici).

Dati bidirezionali

Si tratta di dati trasmessi in due direzioni (dal e verso il master IO-Link). I sensori possono quindi essere parametrizzati e letti durante il runtime.

COM1-3

Velocità di trasmissione dati IO-Link. È possibile trasferire fino a 32 bit tra il dispositivo IO-Link e il master IO-Link per ciclo. Con COM1 questi vengono trasmessi a 4,8 kbit/s, con COM2 a 38,4 kbit/s e con COM3 a 230,4 kbit/s.

Dispositivo

Un dispositivo può essere un sensore, un attuatore o un dispositivo ibrido. È un’utenza passiva e risponde solo su richiesta del master.

Digital Input / Output (DI / DO)

Ingresso digitale / Uscita digitale

DTM

Device Type Manager (driver proprietario)

Configurazione I/O di diverse porte tramite IO-Link

Utilizzando IO-Link, l'operatore riceve i dati di ingresso e di uscita tramite la porta di un dispositivo sensore-attuatore. Non esiste più la classica distinzione della porta come ingresso/uscita. Con funzionamento standard, ogni porta di un dispositivo compatibile con IO-Link può essere configurata comunque come ingresso o uscita.

Evento

Tramite evento, il dispositivo può comunicare al master uno stato operativo non corretto. Ciò avviene impostando un bit nell'interfaccia. Il master legge questo evento con un classico codice di errore.

FDT

Field Device Tool (es. ifm Container).

File GSD

File dispositivo master: descrive un'interfaccia per il dispositivo che deve essere collegata al bus di campo. I file GSD sono messi a disposizione dal produttore del dispositivo.

HMI

Dispositivo per l'utilizzo e il monitoraggio del sistema di automazione (Human Machine Interface).

Hub

Al contrario dei gateway, gli hub stabiliscono collegamenti tra due interfacce identiche; noti sono gli hub USB.

Dispositivo ibrido

Un dispositivo che combina sia le funzioni del sensore che quelle dell'attuatore.

IEC 61131

La norma internazionale IEC 61131 tratta i principi fondamentali dei controllori logici programmabili. La parte 9 descrive IO-Link come "single-drop digital communication interface for small sensors and actuators (SDCI)".

IODD

File di descrizione dispositivi (IO Device Description).

Dispositivo IO-Link

Dispositivo da campo monitorato e controllato da un master IO-Link.

Master IO-Link

Stabilisce la connessione tra un bus di campo superiore e i dispositivi IO-Link. Il master IO-Link monitora e controlla i dispositivi IO-Link.

MES (Manufacturing Execution System)

Descrive un livello operativo orientato al processo di un sistema di gestione della produzione multistrato o anche chiamato "sistema di controllo della produzione". Si distingue da sistemi altrettanto efficaci per la pianificazione della produzione, i cosiddetti sistemi ERP (Enterprise Resource Planning), per il suo collegamento diretto ai sistemi distribuiti di automazione dei processi. Il MES consente la gestione, la guida, il controllo o il monitoraggio della produzione in tempo reale. Ciò comprende la classica acquisizione e preparazione dei dati, quali l'acquisizione dei dati di produzione (PDA), l'acquisizione dei dati della macchina (MDC) e l'acquisizione dei dati del personale, ma anche tutti gli altri processi che hanno un effetto in tempo reale sul processo di produzione.

Porta

È un canale di comunicazione IO-Link.

Server di parametrizzazione

Un master IO-Link secondo la specifica IO-Link 1.1 può servire da server per la configurazione del dispositivo IO-Link.

Connessione punto a punto

Una connessione punto a punto è un collegamento diretto e immediato tra due punti, posti o dispositivi.

Sensore

Dispositivo per il rilevamento e la conversione di valori fisici in grandezze elettriche.

SIO

Standard Input Output In questa modalità vengono attivati i dispositivi digitali convenzionali quando sono collegati alle porte master IO-Link e i sensori IO-Link quando sono utilizzati senza struttura IO-Link.

PLC

Un PLC è un computer industriale, utilizzato per il controllo di una macchina o di un impianto e programmato su base digitale. L'operatore programma un PLC in base alle esigenze del suo impianto. I segnali periferici vengono letti e trasmessi da moduli di ingresso/uscita o master del bus di campo e dagli slave decentralizzati del bus di campo.

Slave

Unità del bus che non comunica autonomamente ma che risponde solo su richiesta del master.

Tempo di conversione

Il tempo di conversione si riferisce al tempo necessario al convertitore A/D per acquisire il valore misurato e il tempo necessario per elaborare il valore misurato e le informazioni provenienti dalla diagnosi e dal monitoraggio della rottura del filo nel modulo.

Dati ciclici

Dati trasmessi dal sistema di controllo automaticamente e ad intervalli regolari (dati di processo, stato del valore).

Tempo di ciclo

In un sistema di controllo, il tempo di ciclo corrisponde all'esecuzione del programma dalla lettura degli ingressi fino alla trasmissione alle uscite. Nei sistemi di comunicazione, il tempo di ciclo definisce il tempo entro il quale tutti i dati sono scambiati con tutte le unità e il ciclo ricomincia dall'inizio. Con IO-Link varia a seconda della velocità di trasmissione. Con COM3 viene eseguito un ciclo di trasmissione completo in 0,46 ms. Per COM2 il tempo di ciclo è di 2,3 ms.