You probably do not come from: Switzerland.  If necessary, change to: United States
  1. Home
  2. Scopri il TCC
  3. Verifica delle performance "out of the box"

Verifica delle performance "out of the box"

È importante essere sicuri dell’affidabilità dei propri strumenti di misurazione della temperatura come noi lo siamo dei nostri. Testiamo accuratamente ogni singolo sensore TCC per assicurarci di produrre i dispositivi per la misurazione della temperatura più affidabili e precisi sul mercato.

Il laboratorio di calibrazione ifm è certificato da A2LA secondo lo standard internazionale ISO 17025, lo standard di qualità più severo nel settore della metrologia. La tecnologia di laboratorio è riconducibile al NIST ed è stata trasferita alla nostra produzione. Nel laboratorio di calibrazione, le prestazioni dei sensori TCC sono state confrontate con le specifiche della scheda tecnica senza ulteriori configurazioni per garantire la massima precisione e affidabilità dei nostri prodotti. Le prestazioni dei sensori TCC sono state poi confrontate con i prodotti di altri tre grandi produttori.

Verifica delle performance "out of the box"

Abbiamo posizionato 15 dispositivi nuovi di ogni produttore, non sollecitati, nella nostra apparecchiatura di prova a 5 temperature: 5 °C, 20 °C, 65 °C, 95 °C e 123 °C. I punti nel grafico rappresentano i singoli punti di dati, le linee orizzontali corrispondono alle specifiche della scheda tecnica del produttore. La deviazione estremamente bassa del TCC dimostra l’elevata precisione del controllo nei nostri processi di produzione.

Ripetibilità senza ulteriori regolazioni

La ripetibilità è un indicatore di quanto siano affidabili le misurazioni di un sensore. Qui viene rappresentata come la differenza tra la precisione media di tutti i campioni e le singole misurazioni. La ripetibilità del TCC è inferiore a 0,015 °C, il che significa che si può essere sicuri che il dispositivo eseguirà misure ripetibili.

Influenza della temperatura ambiente sulla precisione

Le variazioni della temperatura ambiente possono portare a derive nell'elettronica del sensore e compromettere la precisione dei valori di misura. In teoria, la temperatura ambiente non dovrebbe avere alcuna influenza sulla precisione dei valori misurati. I costruttori devono specificare lo scostamento ammissibile dovuto all'aumento o alla diminuzione della temperatura ambiente. In questo contesto si parla di "coefficiente di temperatura", ma altri produttori possono utilizzare una terminologia diversa.

Per testare l'influenza della temperatura ambiente, l'elemento RTD viene sostituito da una resistenza fissa nella sonda per simulare una temperatura di processo costante. I sensori vengono quindi collocati in una camera di prova termica ed esposti a temperature ambiente di -50 °C, 25 °C e 85 °C per misurare le variazioni della temperatura di processo. Ogni punto rappresenta un punto di misura, le linee orizzontali rappresentano i dati della scheda tecnica.