You probably do not come from: Switzerland.  If necessary, change to: United States
  1. Home
  2. Vantaggi IO-Link

IO-Link: standard di comunicazione aperto a livello mondiale

Prestazioni più elevate con massima semplicità

I sensori IO-Link aprono all'operatore opzioni completamente nuove. Dalla semplice e veloce messa in servizio, alle informazioni aggiuntive disponibili per il monitoraggio della macchina, alla trasparenza dalla macchina all'ERP: IO-Link consente un decisivo aumento dell'efficienza e un’ottimizzazione dei costi sotto ogni aspetto. Provate voi stessi!

Queste sono le testimonianze dei nostri clienti, che in precedenza utilizzavano il cablaggio parallelo standard dei sensori analogici e sono stati in grado di raggiungere questo obiettivo principalmente grazie a tempi di installazione notevolmente ridotti, meno componenti necessari e una più facile integrazione nel sistema di controllo.

IO-link è nato dalla cooperazione di aziende leader nella produzione di sensori, attuatori e sistemi di controllo. Ne è risultata un'interfaccia standard per l'automazione, indipendente dal bus di campo, la quale permette all'operatore di realizzare un collegamento punto a punto senza indirizzamenti complessi.

Semplice messa in servizio, veloce sostituzione del sensore

I dispositivi IO-Link vengono semplicemente collegati, ad es. tramite un connettore M12. I malfunzionamenti dovuti ad un errato cablaggio sono quindi impossibili. Poiché per la trasmissione dei dati si possono utilizzare cavi industriali standard, la varietà dei cavi necessari è ridotta. Inoltre, solo un cavo deve tornare al PLC e molti master IO-Link possono essere utilizzati direttamente sul campo grazie al grado di protezione IP 69K.

Guida all’integrazione IO-Link

Se viene utilizzato un master IO-Link, esso memorizza tutti i parametri dei sensori collegati. Se un sensore viene successivamente scambiato con uno dello stesso tipo, i parametri memorizzati vengono trasferiti automaticamente sul nuovo sensore. Non è quindi necessaria una nuova parametrizzazione.

La comoda sostituzione del sensore tramite plug & play è resa possibile dall'identificazione univoca del dispositivo tramite ID del fornitore e del dispositivo: con IO-Link, i dispositivi possono essere verificati. In questo modo si evita che il dispositivo venga sostituito con un altro non idoneo.

Valori di misura precisi, trasmissione senza interferenze

I valori di misura dei sensori convenzionali vengono convertiti più volte in dati digitali ed analogici fino alla valutazione finale nel PLC. Questo porta alla perdita dell'esatto valore di misura. La trasmissione dati IO-Link si basa su un segnale a 24 V ed è puramente digitale e quindi priva di conversione e perdite.

Inoltre, la trasmissione del segnale è particolarmente insensibile alle interferenze esterne. I cavi schermati e la relativa messa a terra sono superflui; la trasmissione dei dati può essere realizzata con cavi industriali standard. Anche le costose schede di ingresso analogiche non sono più necessarie quando si utilizza la nuova tecnologia.

I sensori di pressione di ifm per applicazioni igieniche rilevano continuamente il livello nei serbatoi a pressione. Perdite dovute a conversione e interferenze EMC durante la trasmissione del segnale analogico del livello erano finora causa di imprecisioni. Grazie alla trasmissione digitale continua del valore letto tramite IO-Link, il valore di misura viene trasmesso al sistema di controllo con estrema precisione.

Indipendenti da sistema di controllo e bus di campo

Attraverso i master IO-Link, i dispositivi IO-Link possono essere integrati in quasi tutte le infrastrutture di bus di campo e sistemi di controllo. Essi offrono interfacce per PROFINET, EtherNet/IP o AS-i, ad esempio. I blocchi funzione del PLC semplificano la programmazione. IO-Link è stato sviluppato come standard aperto congiuntamente da molti produttori dell'industria dell'automazione e viene costantemente aggiornato. Gli attuatori, come i gruppi di valvole, possono essere collegati anche a master IO-Link. Questo porta a una maggiore flessibilità e a una riduzione delle infrastrutture degli impianti.

Più valori di misura in un dispositivo

Per l'esatto controllo del processo dei circuiti di raffreddamento, ad esempio, vengono spesso rilevati diversi valori di processo. Un punto di misura convenzionale contiene diversi sensori, ad esempio per il rilevamento della portata, della quantità totale e della temperatura. I sensori IO-Link possono determinare più di un valore di processo e trasmetterlo in maniera digitale. Un sensore di flusso con IO-Link, ad esempio, è in grado di registrare con precisione tutti e tre i valori in un dispositivo e di trasmetterli digitalmente attraverso un cavo standard a 3 fili. Ciò riduce significativamente i costi per la pianificazione del progetto, l'installazione e lo stoccaggio di sensori sostitutivi.

Accesso da remoto ai parametri del sensore

Tutti i parametri dei dispositivi IO-Link possono essere modificati tramite un software di parametrizzazione, ad es. LR DEVICE. Ciò significa che le regolazioni possono essere effettuate rapidamente e che i tempi di fermo macchina possono essere ridotti al minimo. Un sensore IO-Link può essere bloccato sia tramite i pulsanti sul sensore che da remoto tramite software. Questo blocco non può più essere disattivato sul sensore senza il software, rendendo impossibile la modifica dei parametri in modo consapevole o inconsapevole. Con il software LR DEVICE è possibile salvare le impostazioni del dispositivo e generare protocolli di impostazione.

Condition Monitoring / Diagnostica

Con IO-Link, i dati di processo e di diagnostica vengono trasmessi contemporaneamente. I dati diagnostici recuperabili aciclicamente, come valori minimi o massimi, oppure errori come rotture di fili o cortocircuiti, consentono una manutenzione condizionale e quindi una maggiore affidabilità del sistema. I dati di diagnostica sono accessibili anche durante il funzionamento.

I sensori di flusso magneto-induttivi SM in linea rilevano con esattezza la portata in un circuito di raffreddamento. Se si verifica un errore, i dati diagnostici vengono trasmessi dal master al sistema di controllo. Il sensore guasto viene identificato in maniera univoca.

Rilevamento di fluidi, schiuma e contaminazione

Vedere con IO-Link cosa misura il sensore. Molti sensori intelligenti possono essere utilizzati come sensori puramente binari, ad esempio per trasmettere un segnale di commutazione per i limiti di livello. I sensori trasmettono anche il valore di processo attuale attraverso l'interfaccia IO-Link integrata. In questo modo ad es. è possibile fare la differenza tra il prodotto e il liquido detergente nel sistema di controllo. È inoltre possibile rilevare la presenza di schiuma o di contaminazioni residue dopo i processi di pulizia, al fine di proteggere l'impianto e il prodotto.