You probably do not come from: Switzerland.  If necessary, change to: United States
  1. Sensori di pressione secondo l'applicazione
  2. News

Sensore di pressione PI per applicazioni igieniche

Il meglio del meglio: sensore di pressione PI ora con risoluzione ottimizzata

Da anni i sensori di pressione PI di ifm si sono affermati nell'industria alimentare e delle bevande. Ma anche ciò che ha successo può essere migliorato. Le variazioni di pressione possono essere mappate tramite IO-Link in alta risoluzione con circa 20.000 passi. Si tratta di un enorme vantaggio, specialmente per la misurazione del livello idrostatico con contropressione superiore. In queste applicazioni, il sensore deve essere progettato per un campo di misura più ampio, in modo da resistere alla contropressione superiore. Con i sensori tradizionali, un campo di misura più ampio riduce la risoluzione del rilevamento della pressione: con il PI questo problema non esiste più.

Un altro vantaggio: il sensore rileva contemporaneamente la temperatura del fluido e la trasmette tramite IO-Link. Ciò significa che non è più necessario impostare un punto di misura aggiuntivo della temperatura.

Vantaggi del prodotto

Quali sono i vantaggi del nuovo sensore di pressione PI?

Cella di misura in ceramica
Il sensore ha una cella di misura in ceramica ad alta purezza che offre un'elevata resistenza e stabilità a lungo termine, anche con frequenti picchi di pressione o sovraccarico. Inoltre, la ceramica è resistente ai fluidi abrasivi.
Sfiato ottimizzato
Lo sfiato è stato ottimizzato rispetto ai precedenti sensori PI. Questo evita che l'umidità si depositi sulla membrana Goretex se il sensore viene montato con il display rivolto verso l'alto o verso il basso.
Membrana affiorante
La cella di misura affiorante impedisce la formazione di depositi. Solo i materiali del sensore, adatti agli alimenti e non soggetti a manutenzione, entrano in contatto con il fluido.
Resistenza e misurazione con alte temperature
Il sensore è resistente a temperature del fluido costanti fino a 150°C, che è in grado di rilevare e trasmettere ciclicamente tramite IO-Link.
IP69K
Grazie al grado di protezione IP69K, il sensore non solo resiste in modo permanente agli ambienti più difficili, ma soddisfa anche tutti i requisiti dell'industria alimentare.

Tipiche applicazioni

I nuovi sensori di pressione PI1xxx sono ideali per la misurazione della pressione nei serbatoi e nelle tubazioni della produzione alimentare, ad esempio nei caseifici, nei birrifici e in molti altri casi in cui si utilizzano liquidi.

Monitoraggio preciso del livello nei serbatoi

 

 

Condizioni difficili: pulizia con spray ball e divosfere

Valore aggiunto con IO-Link

Con IO-Link e risoluzione a 32 bit
Il nuovo PI, con risoluzione a 32 bit e circa 20.000 passi, offre una visualizzazione dettagliata dei valori di processo anche per grandi campi di misura.
Trasmissione dei dati senza perdite
IO-Link permette una trasmissione dei dati senza perdite poiché, grazie alla comunicazione digitale, sono escluse le perdite di conversione; le influenze esterne, ad es. i campi magnetici, non hanno alcun effetto sulla qualità del segnale. Anche i dati diagnostici vengono forniti tramite IO-Link.
Processi trasparenti
Tramite IO-Link, la pressione attuale viene trasmessa con precisione, con la massima risoluzione possibile. In questo modo è possibile tenere il processo sempre sotto controllo. Inoltre, anche la temperatura del fluido viene trasmessa ciclicamente tramite IO-Link.
Semplice messa in servizio
Il sensore di pressione può essere parametrizzato in modo rapido e semplice tramite IO-Link.
Una funzione di simulazione supporta la messa in servizio.

Tecnologia migliorata

Risoluzione maggiore, design perfezionato

I nuovi sensori di pressione, disponibili con diversi campi di misura da vuoto fino a 100 bar, comunicano tramite IO-Link 1.1 e offrono una risoluzione di circa 20.000 passi. Ciò è particolarmente importante per le applicazioni in cui si misurano pressioni differenziali e dove è possibile utilizzare solo una piccola parte del campo di misura. Nella nuova serie è stata migliorata anche la compensazione della temperatura.

Persino miglioramenti apparentemente piccoli nella progettazione di un sensore possono avere un grande impatto sull'applicazione. Ad esempio, il foro di sfiato del nuovo sensore di pressione è stato sfalsato di 90° e ora si trova di lato in caso di montaggio convenzionale. In questo modo si evita che la condensa, ad esempio, si depositi sulla membrana del foro di sfiato, sporcandola o compromettendone il funzionamento. Il PI è stato ottimizzato anche in termini di semplicità d'uso. L’utilizzo con tre pulsanti rende l'impostazione dei parametri molto più comoda e quindi anche più veloce.