1. Home
  2. M18 Cube: il corpo compatto dei sensori ifm
  3. Vantaggi IO-Link

Vantaggio con IO-Link

Approfitta dei vantaggi

Grazie ai sensori IO-Link di ifm, l'operatore si trova oggi di fronte a nuove possibilità.

Ad esempio, vengono generati ulteriori dati dei sensori che possono essere utilizzati per ottenere la massima efficienza e per contenere i costi. Dalla macchina all'ERP è possibile una trasparenza dei processi che ottimizza nel migliore dei modi il sistema di automazione utilizzato. Ma i vantaggi di IO-Link non finiscono qui:

 

Nessuna perdita dei valori letti

Tutti i valori letti vengono trasmessi in modo digitale. La trasmissione incline a errori e il calcolo dei segnali analogici vengono sostituiti. I valori letti, trasmessi in modo digitale, possono essere visualizzati direttamente nel sistema di supervisione.


Analogico o digitale con IO-Link

Oggi
I segnali analogici vengono digitalizzati tramite convertitore A/D e graduati nel PLC.
Ciò causa imprecisioni del valore reale.

IO-Link
I valori letti vengono trasmessi in forma digitale dal sensore al sistema di controllo.
Il valore trasmesso è sempre identico al valore misurato.

Il sensore di livello LR viene utilizzato per misurare il livello in un aggregato idraulico. L'impostazione di tutti i parametri e la programmazione dei punti di commutazione possono essere eseguite tramite due pulsanti o IO-Link. In caso di sostituzione, i parametri vengono trasferiti automaticamente nel sensore. Non sarà più necessario immetterli manualmente.

 

Diversi valori

Per il controllo del processo, ad es. in circuiti di raffreddamento, vengono spesso rilevati diversi valori che vengono elaborati nel sistema di controllo. Un punto di misura convenzionale è dotato di diversi sensori, ad es. un sensore di flusso, un contatore volumetrico e un sensore di temperatura. I sensori IO-Link possono rilevare più di un valore di processo e trasmetterlo in maniera digitale. Il sensore trasmette così la portata, la quantità totale e la temperatura del fluido con precisione e in maniera digitale tramite un cavo standard a 3 fili. Ulteriori sensori non sono necessari così che i tempi di progettazione e installazione vengono notevolmente ridotti. I dati di diagnostica rilevati in modo aciclico, ad es. i valori minimi e massimi, consentono una manutenzione secondo condizione.

 

Immunità alle interferenze

Nessuna influenza esterna sul segnale

La trasmissione dei dati IO-Link si basa su un segnale da 24 V ed è perciò particolarmente immune alle interferenze esterne. I sensori IO-Link vengono collegati con connettori M12 standard. Non sono necessari cavi schermati, quindi neppure collegamenti di messa a terra.

Per il monitoraggio della pressione nel sistema idraulico vengono utilizzati sensori di pressione PN di ifm. I segnali di processo, gli eventi e i parametri vengono trasmessi al master tramite IO-Link. Max. 8 sensori IO-Link possono essere collegati direttamente al master, che trasmetterà a sua volta i dati al sistema di controllo tramite PROFINET, EtherCat, EtherNet/IP o PROFIBUS.

 

Semplice sostituzione del sensore

Il master IO-Link salva tutti i parametri dei sensori collegati. Dopo la sostituzione di un sensore, i parametri esistenti vengono trasmessi automaticamente al sensore nuovo. Non sarà necessario controllare le impostazioni necessarie per il nuovo sensore.

Il sensore di livello LR viene utilizzato per misurare il livello in un aggregato idraulico. L'impostazione di tutti i parametri e la programmazione dei punti di commutazione possono essere eseguite tramite due pulsanti o IO-Link. In caso di sostituzione, i parametri vengono trasferiti automaticamente nel sensore. Non sarà più necessario immetterli manualmente.

 

Nessuna manomissione

Tramite la parametrizzazione standard dei dispositivi è possibile bloccare i pulsanti sul dispositivo. Un'impostazione errata da parte del personale diventa così impossibile. I parametri possono essere documentati in qualsiasi momento.

I sensori di pressione PI di ifm rilevano il livello nei serbatoi. Per evitare tentativi di manipolazione causati da successive impostazioni di scrittura del sensore tramite i pulsanti, questi ultimi possono essere bloccati tramite IO-Link.

 

Identificazione

Con IO-Link, il dispositivo viene identificato in maniera univoca. I sensori compatibili con IO-Link sono contrassegnati chiaramente da Vendor ID e Device ID. È garantito così l'uso esclusivo di pezzi di ricambio originali.

Identificazione e rilevamento di utensili intercambiabili.
I sensori ottici O5D rilevano se l'utensile selezionato si trova nel portautensili. IO-Link garantisce che solo un sensore dello stesso tipo sia utilizzato per la sostituzione.

 

Rilevamento della rottura del cavo

Con IO-Link, i dati di processo e di diagnostica vengono trasmessi contemporaneamente. Una rottura del cavo o un cortocircuito vengono rilevati immediatamente dal master. I dati di diagnostica sono accessibili anche durante il funzionamento.

I sensori di flusso magneto-induttivi SM in linea rilevano con esattezza la portata volumetrica in un circuito di raffreddamento. Se si verifica un errore, i dati diagnostica vengono trasmessi dal master al controller. Il sensore difettoso viene identificato in modo inequivocabile.