1. Home
  2. IO-Link
  3. Use cases / Esempi di applicazione
  4. Report di applicazione SFH

Report di applicazione: SFH adotta soluzioni IO-Link di ifm per il suo stabilimento

SFH progetta e produce sistemi di gestione fluidi e sistemi di lavorazione per asportazione di truciolo. L'azienda lavora in stretta collaborazione con ifm già da molti anni e ha optato per l'integrazione di sensori e master IO-Link nelle sue macchine. Così usufruisce dei vantaggi di IO-Link: semplice parametrizzazione, rapida sostituzione, manutenzione remota ed enormi risparmi nel cablaggio.

L'azienda, fondata nel 1981 a Saint-Étienne in Francia, punta ad un'attività ecologica in crescita: i cosiddetti "scheletri di metallo" dal settore di imbutitura vengono frantumati, essiccati in una centrifuga e quindi compressi; il liquido da taglio viene riportato alle macchine utensili. SFH è quindi presente nell'industria aeronautica, automobilistica e cosmetica. Da 20 anni ifm è il principale fornitore di sensori per l'azienda, con la quale collabora strettamente alla realizzazione delle macchine.

Nel 2017 SFH ha optato per un ulteriore sviluppo delle macchine nel proprio stabilimento puntando ad ottimizzare l'automazione. L'attenzione è stata quindi rivolta al Digital Manufacturing e a soluzioni di Industria 4.0. Per questo, SFH utilizza i sensori e i master IO-Link di ifm.

I sensori ottici di distanza O1D120 e O5D100 vengono utilizzati per misurare e controllare il livello di trucioli metallici da lavorare e altri scarti della macchina. Nel sistema idraulico dello stabilimento sono stati integrati sensori di pressione PN7 e sensori di temperatura TA.

Per i sensori induttivi IFT200, SFH utilizza i moduli IO-Link AL2401. I moduli AL2330 vengono utilizzati per il controllo del terminale delle valvole. SFH utilizza anche gli encoder ROP con IO-Link. SFH gestisce lo stabilimento con la nuova attrezzatura tramite il software LR DEVICE di ifm che consente una panoramica generale su tutti i sensori. I sensori possono essere configurati a distanza e possono visualizzare le informazioni raccolte. Ciò consente una manutenzione predittiva delle macchine.

Grazie all'integrazione di IO-Link in tutte le macchine, SFH ha potuto conseguire molti vantaggi. Il cablaggio e la messa in funzione delle macchine richiedono il 30% di tempo in meno rispetto a prima. I dati di ogni sensore vengono letti facilitando notevolmente la manutenzione e la diagnosi remota. IO-Link garantisce inoltre maggiore flessibilità: la sostituzione di sensori e attuatori è molto più facile di quanto lo fosse in passato. I parametri necessari vengono salvati automaticamente sul master IO-Link e trasmessi al nuovo dispositivo.