FAQ - Domande e risposte

I video FAQ rispondono alle domande più frequenti relative ai prodotti e alle applicazioni. Inoltre vi vengono presentate anche interessanti applicazioni.

1. Come funzionano le griglie fotoelettriche di sicurezza per il monitoraggio di zone pericolose?2. Come fanno i sensori capacitivi a rilevare il livello attraverso la parete di un serbatoio?3. Quali sensori di livello sono adatti al rilevamento di fluidi viscosi o adesivi?4. Quali sensori garantiscono il trasporto completo e regolare di prodotti, tramite vuoto, con il braccio di un robot?5. Quali opzioni di visualizzazione offre il manometro elettronico PG2xxx?6. Come viene garantita una tenuta stagna ottimale nel caso dei connettori della serie ecolink?7. Quali sensori di temperatura è possibile connettere al convertitore del segnale di temperatura TP3xxx (trasmettitore da testa)?8. Domande frequenti sul tema IO-Link e relative risposte.9. Domande più frequenti su e-shop.10. Quali sono i vantaggi del set di fissaggio modulare di ifm?11. Cos'è meglio utilizzare una fotocellula a riflessione diretta, reflex o una a barriera?12. Qual’è l’installazione corretta del sensore di vibrazioni efector octavis?13. Come si utilizza e aggiorna il software FDT Container?14. Quante testine di scrittura/lettura sono collegabili alla centralina di controllo RFID DTE100?15. Come si calcola se il sensore di flusso funziona con la portata presente?16. Come è possibile stabilire una connessione TCP/IP tra i sensori di ifm e l'interfaccia Ethernet (O2D, O3D, O2I, VSE)?17. Come è possibile scegliere la camme giusta per l'attuatore utilizzato?18. In quali applicazioni viene utilizzato il sensore del contorno O2D e dove si usa invece quello per il controllo dei pixel O2V? 19. È possibile collegare le griglie e le barriere fotoelettriche di ifm anche al bus AS-i e, se sì, come?20. È necessario testare i sensori di sicurezza di ifm?21. È possibile collegare i sensori di sicurezza a corrente pulsata anche agli amplificatori di controllo della concorrenza?22. Quali sono le lampade di muting utilizzabili con il relè di sicurezza G2001S?

1. Come funzionano le griglie fotoelettriche di sicurezza per il monitoraggio di zone pericolose?
Risposta:
Le griglie fotoelettriche di sicurezza sono dispositivi fotoelettrici di sicurezza multiraggio, concepiti per arrestare immediatamente i movimenti pericolosi di una macchina. L'emettitore e il ricevitore vengono installati all'ingresso della zona pericolosa al fine di arrestare l'impianto in caso di interruzione del raggio luminoso. Ciò viene realizzato con un amplificatore di controllo corrispondente e i suoi contatti relè.


2. Come fanno i sensori capacitivi a rilevare il livello attraverso la parete di un serbatoio?
Risposta:
I sensori di livello della serie KQ/KG/KI sono in grado di rilevare livelli attraverso pareti in plastica. Il sensore con una nuova concezione d'uso di ifm viene tarato in modo tale da sopprimere la parete in plastica; così il sensore rileva solo il fluido contenuto nel serbatoio. Con una "taratura a pieno" è inoltre possibile sopprimere residui di liquido.


3. Quali sensori di livello sono adatti al rilevamento di fluidi viscosi o adesivi?
Risposta:
Il sensore di livello LMT è perfettamente adatto al rilevamento di fluidi viscosi, polverulenti e contenenti particelle solide, ad esempio ketchup o oli vegetali. Grazie al suo involucro asettico, è ideale per l'industria alimentare e omologato secondo EHEDG /3A. Il prodotto funziona secondo il principio della spettroscopia di impedenza, ossia analizza il comportamento elettrico dei fluidi da controllare nel campo di frequenza tra 50 e 200 MHz. I vari fluidi mostrano comportamenti caratteristici. Preimpostando il prodotto è possibile rilevare la presenza di determinati fluidi mentre depositi o schiuma vengono soppressi.


4. Quali sensori garantiscono il trasporto completo e regolare di prodotti, tramite vuoto, con il braccio di un robot?
Risposta:
Per questa funzione è adatto il sensore di pressione PQ grazie alla sua forma piccola e compatta. Con la sua membrana di misura in silicio, il prodotto misura con precisione la pressione e la sottopressione in applicazioni pneumatiche. La membrana di misura non è influenzata da liquidi come la condensa né da depositi.


5. Quali opzioni di visualizzazione offre il manometro elettronico PG2xxx?
Risposta:
La scala graduata, ben leggibile, è completata da una corona a diodi con un LED per ogni tacca. Questa corona LED indica il punto di attivazione e di disattivazione impostati; in alternativa può essere utilizzata per l'indicazione della tendenza. Il display a LED indica il valore di misura attuale. L'utente può scegliere tra diverse unità di misura. Utilizzando i due pulsanti ottici è possibile parametrizzare il manometro anche tramite il display alfanumerico con menu. Grazie al suo display ruotabile è possibile montare il manometro anche in situazioni difficili, come ad esempio nel caso di montaggio capovolto.


6. Come viene garantita una tenuta stagna ottimale nel caso dei connettori della serie ecolink?
Risposta:
L'arresto integrato protegge l'O-ring in modo affidabile da una compressione eccessiva. Sono esclusi così errori di montaggio dovuti al serraggio esagerato del dado. Non è più necessario un montaggio con chiavi di serraggio dinamometriche costose e di uso complesso. Inoltre il contorno dentato protegge il dado da un eventuale svitamento. Con questa tecnica, il connettore è facile da montare e fa sì che il dado non si allenti involontariamente, ad esempio a causa di forti vibrazioni nell'impianto.


7. Quali sensori di temperatura è possibile connettere al convertitore del segnale di temperatura TP3xxx (trasmettitore da testa)?
Risposta:
Il prodotto riconosce il tipo di sensore collegato e si configura conformemente. Le sonde di temperatura collegabili sono:
a. sensori di temperatura della serie TM, TS, TT
b. sonde a resistenza RTD (Pt100 o Pt1000)


10. Quali sono i vantaggi del set di fissaggio modulare di ifm?
Risposta:
ifm propone una vasta gamma di accessori per montaggio e fissaggio, basata su un raccordo clamp fissato con una sola vite. In questo modo i sensori sono fissati in modo sicuro nella loro posizione e possono essere ruotati in tutti gli assi. I raccordi clamp possono essere montati su alberi e barre, su superfici e su profilati di alluminio comunemente utilizzati in applicazioni industriali.

11. Cos'è meglio utilizzare una fotocellula a riflessione diretta, reflex o una a barriera?
Risposta:
  • Una fotocellula a riflessione diretta viene utilizzata quando un sensore ottico deve rilevare un oggetto direttamente.
  • In caso di oggetti riflettenti vengono utilizzate le fotocellule reflex con filtro di polarizzazione. I filtri di polarizzazione garantiscono un rilevamento affidabile.
  • Le fotocellule a barriera costituiscono il metodo di rilevamento più sicuro. Se le condizioni di installazione lo permettono, l'interruzione del raggio luminoso tra emettitore e ricevitore garantisce un'elevata affidabilità di funzionamento.


12. Qual’è l’installazione corretta del sensore di vibrazioni efector octavis?
Risposta:
Il sensore octavis può essere montato solo su una parete spessa e perpendicolarmente alla superficie della macchina utilizzando uno spessore in direzione delle vibrazioni più intense. Di solito è la direzione radiale.

Ulteriori dettagli nel capitolo 5 delle istruzioni di montaggio


13. Come si utilizza e aggiorna il software FDT Container?
Risposta:
È possibile installare il software dal CD (codice art. E30110) oppure scaricarlo dal sito ifm nella sezione Download.

Qui si trovano anche i driver per Windows 7 (32/64 bit). Per aggiornare i driver del prodotto (DTM) è necessario un nuovo download. Se il software FDT è già installato, viene aggiornato solo il DTM. Dopo l'installazione è necessario aggiornare i nuovi driver nella libreria. Per questo, cliccare su "Update" nella finestra di selezione guidata del prodotto.

Per maggiori informazioni: Screencast 'How to import IODDs to IODDInterpreterDTM' Screencast 'How to work with IODDInterpreterDTM'


15. Come si calcola se il sensore di flusso funziona con la portata presente?
Risposta:
Con lo strumento di calcolo gratuito di ifm è possibile calcolare in modo semplice e rapido la velocità del flusso, la portata volumetrica o il diametro interno del tubo.

Per accedere, cliccare qui.

16. Come è possibile stabilire una connessione TCP/IP tra i sensori di ifm e l'interfaccia Ethernet (O2D, O3D, O2I, VSE)?
Risposta:
Stabilire una connessione tra PC e prodotto ifm, ad esempio, con il cavo E11898. Sotto Pannello di controllo / Connessioni di rete viene impostata una connessione LAN con l'indirizzo 192.168.0.10 come Client.

Il software permette di trovare in modo pratico il sensore collegato nella rete. Con un semplice click si stabilisce la connessione.

Download software


18. In quali applicazioni viene utilizzato il sensore del contorno O2D e dove si usa invece quello per il controllo dei pixel O2V?
Risposta:
Il sensore O2D per il rilevamento di oggetti si utilizza in applicazioni nelle quali è necessario rilevare contorni definiti.

Un sensore per l'ispezione di oggetti O2V invece viene utilizzato con contorni variabili.


19. È possibile collegare le griglie e le barriere fotoelettriche di ifm anche al bus AS-i e, se sì, come?
Risposta:
Con il modulo AC007S è possibile collegare le griglie e le barriere fotoelettriche di ifm al bus AS-Interface.

20. È necessario testare i sensori di sicurezza di ifm?
Risposta:
Un test ricorrente come ad esempio nel caso di contatti meccanici non è necessario poiché i sensori hanno una funzione di automonitoraggio. Rispettare tuttavia la massima durata d'uso dei sensori. Se la durata d'uso viene superata, aumenta la probabilità di un guasto pericoloso. Per questo la massima durata d'uso per i sensori di sicurezza di ifm corrisponde all'intervallo di test.



22. Quali sono le lampade di muting utilizzabili con il relè di sicurezza G2001S?
Risposta:
Il relè di sicurezza G2001S ha un "Current Sense" (= monitoraggio di corrente). Pertanto è necessario un minimo consumo di corrente. Il valore di resistenza corretto può essere compreso tra 820 ohm e 10 k ohm. Oltre alle tipiche lampade di muting (24 volt DC / 0,5 - 5 watt) è possibile utilizzare anche lampade LED se il consumo corrisponde ai valori indicati.